Sono state sequestrate a Treviso 30mila dosi di botulino illegale importato clandestinamente in Italia, per un valore complessivo di 50mila euro. Durante un controllo al casello autostradale di Venezia Est, la guardia di finanza di Treviso ha fermato un furgone proveniente dalla Polonia e diretto a Napoli. Il prodotto era stato prodotto in Corea del Sud ed era nascosto in un contenitore tra i bagagli dei cinque passeggeri a bordo del furgone. Il conducente, un cittadino ucraino di 46 anni, non ha fornito una spiegazione plausibile alle autorità e non è stato in grado di mostrare alcun documento commerciale relativo al carico.

I finanzieri della Compagnia di Treviso hanno sequestrato in totale tre diversi farmaci tutti provenienti dalla Corea del Sud e tutti contenenti il principio attivo in grado di inibire temporaneamente i muscoli del viso tipico del botulino, il “clostridium botulinum”, largamente impiegato nella chirurgia estetica. Il conducente è stato denunciato per commercio di medicinali non autorizzati dall’Agenzia italiana del farmaco (Aifa). L’illegalità della merce è stata infatti confermata dall’Ufficio qualità e contrasto al crimine farmaceutico dell’Aifa che ha stabilito che i farmaci non potevano essere immessi nel commercio italiano in quanto non autorizzati. Nessun medicinale può infatti circolare sul territorio nazionale senza aver ottenuto il preventivo consenso dell’Aifa o senza un’autorizzazione comunitaria.

Negli scorsi mesi un carico simile era già stato intercettato dalla guardia di finanza di Treviso che nei pressi di un’area di sosta autostradale avevano fermato un 50enne croato e un 35enne italiano intenti a scambiare pacchi contenenti medicinali: quasi 2mila confezioni di un farmaco contenente un principio attivo utilizzato per curare la disfunzione erettile provenienti dall’India e destinati ad essere commercializzati in provincia di Milano.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, l’analisi settimanale di Rezza: “Occupazione posti letto sotto soglia critica, ma alzata attenzione per circolazione varianti”

next
Articolo Successivo

G20 a Catania, il capo delegazione del governo indonesiano è positivo al Covid: ha la variante Delta

next