Le ottime Apple AirPods di seconda generazione sono tra i migliori auricolari wireless attualmente disponibili sul mercato, un acquisto perfetto per chiunque possieda un dispositivo mobile Apple. Oggi poi sono ancora più appetibili, grazie allo sconto del 22% con cui sono proposti su Amazon, che ne fa scendere il prezzo da 229 a 179 euro. Il modello in offerta è quello dotato di ricarica wireless. La ricarica avverrà dunque sia attraverso il tradizionale cavo Lightining, utilizzato anche per gli iPhone, che tramite l’uso di una base compatibile.

Rispetto al modello della generazione precedente, le AirPods 2 hanno una maggiore velocità di connessione, più autonomia e un rapporto diretto con l’assistente vocale Siri. Basta un comando vocale per attivare l’assistente virtuale e regolare il volume, oppure ottenere informazioni stradali e molto altro. Una sola ricarica assicura fino a 5 ore di ascolto e fino a 3 ore di conversazione. La custodia consente di incrementare queste soglie rispettivamente a 24 e 18 ore.

Il nuovo processore con cui sono equipaggiati gli auricolari incrementa inoltre le prestazioni, assicurando tra le altre cose una migliore esperienza audio durante le sessioni di gioco. La latenza, ovvero il tempo che intercorre fra quando il videogioco genera un suono e quando questo arriva alle orecchie del giocatore tramite le cuffie wireless, è ridotta al minimo. L’estetica invece è quella tradizionale. Le cuffiette infatti sono caratterizzate da un design a stelo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Camminare nel Mausoleo di Augusto grazie alla realtà virtuale: il progetto di Tim sperimentato anche da Mark Zuckerberg

next
Articolo Successivo

Google, presto sarà possibile interagire con Assistant senza dire “OK Google”

next