La Guardia di Finanza di Roma ha sequestrato un laboratorio per la lavorazione di farinacei e due immobili del valore di oltre 1,2 milioni di euro di proprietà di un panettiere di Artena, l’uomo tra il 2015 e il 2019 aveva nascosto al Fisco circa 4,4 milioni di euro ed evaso l’Iva per quasi 350mila euro.

Il panettiere è stato denunciato per i reati di occultamento delle scritture contabili, dichiarazione infedele e omessa presentazione delle dichiarazioni dei redditi e dell’Iva. Il valore dei beni sequestrati corrisponde all’ammontare delle imposte evase dall’imprenditore.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A Cremona i medicinali arrivano dal cielo, partita la sperimentazione con i droni: faranno la spola tra due farmacie a 6 km di distanza

next
Articolo Successivo

Pasqua, Lamorgese: “Controlli intensificati nel weekend, in campo circa 70mila agenti”

next