Dalla sbarazzina Citroën Ami alle iconiche Fiat Nuova 500 e Jeep Wrangler 4xe, passando per la sportiva Peugeot 508 PSE e per le lussuose DS a batteria, senza dimenticare i veicoli commerciali full electric di Fiat Professional, Peugeot, Citroën e Opel. È molto eterogenea l’offerta di prodotto del gruppo Stellantis – nato dal matrimonio fra FCA e PSA – e farcita di un’ampia varietà di veicoli elettrificati di ultima generazione: entro la fine del 2021, infatti, ai 29 modelli elettrificati già disponibili se ne affiancheranno altri 11, per un totale di 40. E ogni nuovo modello globale lanciato entro il 2025 avrà una versione elettrificata.

“La mobilità è chiamata a entrare in una nuova era di sostenibilità per il contrasto dei cambiamenti climatici che sono al centro dell’attenzione dell’opinione pubblica, della stampa e dei governi anche in Italia”, dice in una nota ufficiale Santo Ficili, Country Manager di Stellantis in Italia: “In questo contesto i veicoli elettrificati giocano un ruolo fondamentale e Stellantis vuole conquistare la leadership di questo mercato. Siamo già da ora pronti a proporre auto e veicoli commerciali accessibili, sicuri e sostenibili, con offerte differenziate e calibrate all’uso reale del cliente e delle sue esigenze”.

Stellantis, quindi, aspira a essere leader della mobilità sostenibile. “Siamo gli unici in grado di garantire una mobilità senza emissioni con formule d’acquisto e leasing cucite su misura, e per tutti i clienti, a partire dai 14 anni, con Citroën Ami, sino alle esigenze del mondo professionale con l’E-Ducato di Fiat Professional, senza tralasciare chi cerca l’avventura off-road a bordo di un Suv Jeep o il comfort premium con DS”, sostiene Ficili: “La forza di Stellantis e dei suoi brand è presidiare ogni segmento e di saper evolvere in continuità con un passato di inimitabile tradizione: un’eredità impegnativa per una sfida entusiasmante”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Dieselgate, Volkswagen chiede risarcimenti agli ex top manager Winterkorn e Stadler

next