Una raffineria è esplosa in Indonesia provocando un morto, 3 dispersi e il ferimento di almeno 20 persone. La struttura, di proprietà della compagnia petrolifera Pertamina si trova a Balongan, nella provincia di West Java, circa 200 km a est di Giacarta. L’incidente secondo le ricostruzioni sarebbe stato causato da un fulmine che ha provocato un incendio e ha così mandato a fuoco uno degli stabilimenti di proprietà della compagnia di Stato, impegnata nel settore oil&gas e derivati.

I fatti di queste ore sono solo ultimi in ordine cronologico di una lunga serie di tragici eventi legati all’industria estrattiva indonesiana, come lo sversamento avvenuto nel 2019 a Karawang o l’incendio alla raffineria di Balikpapan. Il disastro di oggi ha causato la morte di una persona che secondo l’agenzia nazionale per le emergenze sarebbe stata colta da un infarto dopo l’esplosione, almeno tre risultano invece disperse e altri 20 sono i cittadini rimasti feriti, di cui cinque in modo grave.

“Questi disastri potrebbero cessare completamente se smettessimo di dipendere dai combustibili fossili e trasformassimo in realtà una massiccia diffusione di energie rinnovabili”, dichiara Leonard Simanjuntak, Country Director di Greenpeace Indonesia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili