Nintendo continua nel suo percorso di riproporre i suoi giochi migliori usciti nelle precedenti generazioni, questa volta ad arrivare sullo schermo della Switch é Super Mario 3D World, in una veste grafica migliorata, insieme all’inedito Bowser’s Fury, per rendere il piatto ancora più ricco.

Super Mario 3D World nasce nasce nel 2013, quando Nintendo voleva provare a tornare alle proprie origini ma al contempo creare anche qualcosa di fresco, il tutto cercando di superare il titolo precedente – quel Mario Galaxy 2 che purtroppo manca ancora all’appello delle remastered su Switch -. Il risultato fu un titolo che integrava le caratteristiche esplorative di un tempo ma presentandosi in una coloratissima grafica 3D, diventando dunque un altro incredibile capitolo delle avventure di Mario.

Le differenze con il titolo originale saltano subito all’occhio, sopratutto se giocato su uno schermo di grandi dimensioni, la risoluzione e la pulizia di modelli già splendidi rendono ancora di più in questa nuova versione, accentuando i colori accesi tipici delle produzioni Nintendo di quel periodo, girando a 1080P e a 60 Fps granitici; la giocabilità, punto di forza di Mario 3d World è alle stelle, siamo davanti a un classico Mario, ma con un esploratività e una rigiocabilità che pochi titoli del genere possono vantare, impreziosito da una componente multiplayer che regala ore e ore di gioco, forte delle abilità diverse dei protagonisti e di un sistema di collaborazione/ competizione davvero divertente, che rende il titolo unico sia che lo giochiate in singolo che con i vostri amici, l’aggiunta della corsa turbo, nuova meccanica implementata da Nintendo ascoltando la voce dei giocatori, dona quell’ultimo tassello per rendere questo titolo imprescindibile per gli amanti del genere.

La vera novità è la presenza di Bowser’s Fury, un titolo completamente inedito e giocabile in maniera indipendente da Super Mario 3D World, e che ne condivide solo il mondo presentando quello che potrebbe essere un interessante parentesi sul cattivo per eccellenza di Nintendo; mentre Mario esplora un nuovo arcipelago sconosciuto, legato a varie sfide con i comprimari inseriti in 3D World, come Nessie, con l’obbiettivo di trovare tutti i Solegatti e ripulire gli isolotti dall’oscurità – fino a qui niente di strano, per chi conosce le avventure dell’idraulico -un Bowser gigante, come il più famoso Godzilla, attaccherà Mario con fiammate e violentissimi colpi, andando a modificare la composizione stessa dell’isola, starà al giocatore sfruttare a suo vantaggio questa nuova meccanica, per raggiungere punti altrimenti inaccessibili; in questo modo andrete anche a liberare le Gigacampane, un oggetto col potere di rendere Mario gigante e completo di tuta da gatto, pronto a sfidare il lucertolone gigante, come nella migliore tradizione dei film di mostri giapponesi.

In conclusione Super Mario 3D World + Bowser’s Fury è un ottima compilation, che contiene uno dei migliori giochi di piattaforme degli ultimi anni, e un interessante esperimento, che cambia le meccaniche classiche, e che in futuro potrebbe vedere lo stesso Bowser come protagonista di una nuova IP di Nintendo, se avete una switch non potete lasciarvelo sfuggire.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili