“Liberale? Qualcuno quando ha letto la mia intervista ha pensato che volessi spostare il Movimento verso il liberismo più sfrenato. Invece sono quello che combatte sempre le concessioni ai Benetton. E lo faccio perché i temi fondanti del M5s sono la transizione ecologica e i temi legati al sociale. Certo, siamo cambiato, non siamo più quelli dell’inizio. Ma questo è normale”. A dirlo, intervistato da Andrea Scanzi, il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, spiegando il significato delle parole (moderato e liberale, ndr) rilanciate da Repubblica. “Io penso che in questo governo si debba stare – ha aggiunto – perché dobbiamo difendere i risultati ottenuti e portare a termine il nostro programma”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Andrea Scanzi intervista Luigi Di Maio: rivedi l’intervento del ministro degli Esteri

next