Cambiamento radicale nella struttura della governance 5 stelle. Gli iscritti, dopo due giorni di votazioni, hanno dato il via libera all’abolizione del ruolo di capo politico. E approvato la nascita di un comitato composto da 5 membri che sarà in carica per tre anni. La votazione sulla piattaforma Rousseau, conclusasi alle 12, ha visto la netta prevalenza dei favorevoli, con una percentuale attorno all’80%. Anche se l’affluenza è rimasta molto bassa. “Sono state espresse mediamente 11.514 preferenze da parte degli aventi diritto al voto e per i 6 quesiti hanno partecipato alle votazioni da un minimo di 11.139 di iscritti a un massimo di 11.947 su una base di aventi diritto di 119.721“, informa il Blog delle Stelle. Nella prima giornata di consultazioni, lo scorso 10 febbraio, avevano votato circa 30mila persone. Con il sì di Rousseau cambia lo statuto del M5s e ora si dovrà procedere con l’elezione dei 5 membri.

“La modifica”, si legge nel post firmato dall’associazione Rousseau, “elimina dallo Statuto del MoVimento 5 Stelle la figura del Capo Politico che ha visto negli anni in questo ruolo Luigi Di Maio prima e Vito Crimi poi come reggente”. E ora, si dovrà istituire “un nuovo organo di guida”. “Da oggi dunque termina la reggenza della figura del Capo Politico e si avvia il percorso per la creazione di un organo collegiale che avrà il compito, come stabilito dalle modifiche dello Statuto, di definire la linea politica del MoVimento 5 Stelle insieme all’Assemblea degli iscritti, oltre che amministrare le attività quotidiane del MoVimento 5 Stelle, come la certificazione delle liste, la definizione delle candidature del MoVimento in occasione delle consultazioni online su Rousseau prima di ogni tornata elettorale e decidere se modificare o meno l’attuale organizzazione territoriale del Team del Futuro”.

La composizione “di questo organo prevede che ciascun genere sarà rappresentato per almeno i due quinti e che il numero dei portavoce presenti sarà limitato. Ad esempio, tra i principali requisiti di candidatura è previsto che potranno essere presenti all’interno del Comitato direttivo, oltre che esclusivamente gli iscritti prima del 30/06/2020, un massimo di due componenti per i parlamentari nazionali, un massimo di due membri di governo tra esponenti parlamentari ed extra parlamentari ed anche due parlamentari europei e/o due consiglieri regionali e/o due consiglieri comunali sui cinque membri, questo nell’ottica nella maggiore collegialità tra tutti gli organi istituzionali del Movimento 5 stelle”. Inoltre, si continua, “i parlamentari nazionali, europei e i consiglieri regionali per candidarsi dovranno aver ottemperato agli adempimenti relativi alle rendicontazioni e le restituzioni previsti dal Regolamento relativo al trattamento economico degli eletti del Movimento 5 Stelle, ovvero essere in regola con le rendicontazioni“.

Ora resta da capire quali saranno i tempi. “In questa fase di transizione delicata e importante”, scrive sempre Rousseau, “lavoreremo, quindi, come Associazione Rousseau per consentire agli iscritti di poter eleggere il prima possibile questo organo collegiale e definire così una guida politica legittimata dal basso che possa assumere le decisioni politiche e associative necessarie nell’immediato e fondamentali per consentire al MoVimento di poter costruire la sua strada per il futuro”.

Le candidatura, saranno verificate dal “Collegio dei Probiviri insieme al Comitato di garanzia”, “in un Comitato congiunto e decidente che le proposte di candidatura al Comitato direttivo che perverranno siano conformi al regolamento pubblicato (consultabile qui) e redatto dal Comitato di Garanzia prima della modifica statutaria”. Per questo, si specifica, “siamo pronti come Associazione Rousseau a mettere a disposizione tutti gli strumenti che consentano agli iscritti di partecipare a questo fondamentale momento di scelta, atteso ormai da oltre un anno, ed abbiamo provveduto a un aggiornamento della funzione Open Candidature attraverso la quale sarà possibile come sempre accedere dopo la compilazione e la pubblicazione del proprio Profilo Attivista. Invitiamo, quindi, tutti coloro che vorranno candidarsi a leggere il regolamento, a compilare il proprio profilo già da ora e a tutti coloro che, invece, vorranno partecipare alla votazione per l’elezione del Comitato direttivo a verificare il proprio status di iscritto certificato e avente diritto di voto”.

E, conclude l’associazione Rousseau, “saremo a disposizione per far sì che questo periodo di transizione in vista dell’elezione del nuovo Comitato direttivo rappresenti per il MoVimento 5 Stelle un momento di massima democrazia interna e di condivisione valoriale attraverso la quale individuare una guida collegiale, duratura e scelta dagli iscritti che possa dare solidità e serenità al progetto condiviso”. Oggi, “inizia il conclave degli iscritti e Rousseau è pronto, come sempre, al loro fianco”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Draghi al Senato: “Questo governo non è il fallimento della politica, nessuno fa un passo indietro sulla propria identità”

next