“Con Draghi non abbiamo parlato di rapporti con altri partiti e in particolare con la Lega, Pd e Lega sono e rimangono due forze alternative e penso che sia un approccio condiviso anche dalla Lega. Siamo e rimarremo forze alternative e per questo abbiamo detto nessun veto a prescindere. Il punto è verificare quale perimetro programmatico e parlamentare il governo dovrà avere, è la valutazione che deve fare Draghi ed è il cuore di questi colloqui”. Lo ha detto il segretario Pd Nicola Zingaretti al termine del colloquio con il premier incaricato Mario Draghi. “La formula del governo è un’ipotesi che dovrà formulare Draghi alla luce del mandato ricevuto dal presidente della Repubblica e dalle valutazioni che farà sul perimetro della maggioranza. Ci rimettiamo alle valutazioni che il professor Draghi farà, perché credo che sia il posizionamento più corretto”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Cuba somministrerà il suo vaccino anche ai turisti: “Induce memoria immunitaria di lunga durata”

next