Mentre si discute di fermare nuovamente il calcio dilettantistico, Domeniche Bestiali va coraggiosamente avanti, tra episodi horror e il lato più misterioso ed esoterico del pallone. Allo stesso modo resistono le squadre di Serie D, non senza controversie ed effetti collaterali pericolosi. La voglia di calcio pane e mortadella, o di calcio in generale, è tanta di questi tempi: tanta da arrivare a far compiere azioni imprevedibili…e finanche imprevedibili e clamorose mutazioni.

LA PARTITA STREGATA
In Africa si gioca la African Nation Championship, la seconda manifestazione continentale: ma pure qui non mancano i problemi, dovuti, guarda caso, ai pipistrelli. Si perché prima di Camerun-Zimbabwe un esemplare di chirottero morto è stato trovato esattamente al centro del campo, con l’allenatore degli ospiti, il croato Zdravko Logarusic che si è fatto fotografare con l’animale e col cartello “Stregoneria in Camerun”. Peraltro è la seconda volta che i leoni indomabili vengono accusati di magia nera: N’Kono fu addirittura arrestato in Mali con l’accusa di aver stregato il campo, quando era allenatore dei portieri nel 2002. Al di là di tutto spiace per l’animale: a Domeniche Bestiali, come noto, gli animali piacciono.

FRATELLI COLTELLI
Il calcio nei dilettanti al tempo del Covid sta diventando pericoloso: non tanto per le risse tra avversari, quanto per i componenti della propria squadra. Dopo l’allenatore squalificato due domeniche fa per aver minacciato e fatto gestacci a un suo giocatore, un altro mister, quello del Saluzzo, è stato squalificato “per aver calciato con violenza un pallone all’indirizzo della propria panchina”.

SLIDING DOORS
Le partite di questi tempi si devono giocare a porte chiuse, nessuna deroga. Ma se uno ha tanta voglia di calcio? Le strade sono due: quella furba, scelta dai tifosi dell’Erzgebirge Aue, di Bundesliga 2, che pur di andare a insultare gli acerrimi rivali del Fortuna Düsseldorf si sono presentati in cinquanta sugli spalti. La società ha detto che erano steward…ma tutti vicini, tutti a cantare parolacce agli avversari, non gli anno creduto granché. Poi c’è l’altra possibilità, che è un po’ quella che descrive tutti noi. E’ stata ritratta dalla pagina “Calcio, Nebbia e Tavernello”: un tifoso dell’Adriese, squadra di Serie D, aggrappato a un muretto e un carabiniere che lo guarda a vista. Per gli amici della pagina Facebook è l’allegoria che rappresenta la possibilità di ripresa dei campionati nei panni del tifoso, contro il dpcm nei panni del carabiniere.

LA MUTAZIONE
Non sappiamo se sia un meme, un simpatico errore o una effettiva mutazione. Sta di fatto che sulla pagina social della Juventus è stata annunciata la lista dei convocati per il derby d’Italia femminile, andato in scena domenica. Per la Juve femminile: Buffon, Chiellini, Danilo, Bonucci, Ronaldo, Morata…che però poi non sono scesi in campo con la squadra femminile…che il suo derby d’Italia l’ha vinto. Ed è prima in classifica.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Ho fatto Tredici”: 70 anni fa la prima schedina entrata nell’immaginario collettivo

next
Articolo Successivo

Julian Rijkhoff, siamo davanti a un predestinato? Forse un colpo di scena lo conferma

next