Il Greco, organo anti corruzione del Consiglio d’Europa, chiede trasparenza alla Germania sulle interazioni tra i membri del governo e i lobbisti, in modo che siano di dominio pubblico le informazioni sui temi discussi durante gli incontri e vengano divulgati gli eventuali contributi dei lobbisti alle proposte di legge.

Nel rapporto sulle misure prese da Berlino per combattere la corruzione ai vertici dello Stato, il Greco esprime “preoccupazione per la mancanza di trasparenza sui rapporti tra le associazioni di lobbisti professionali e i rappresentanti di grosse aziende, da un lato, e i membri del governo e alti funzionari, dall’altro”, anche perché “le lobby sembrano essere una parte importante del processo politico in Germania” e i “cittadini hanno il diritto di sapere chi influenza le decisioni”.

Strasburgo chiede quindi regole dettagliate sul modo in cui i membri del governo e gli alti funzionari interagiscono con lobbisti e con chi cerca di influenzare le attività del governo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Nuova lezioncina olandese all’Italia sull’uso dei fondi europei. Il ministro Blok a Roma: “Amsterdam vigila”

next
Articolo Successivo

Vaccino Covid, von der Leyen al parlamento Ue: “Prime approvazioni entro una settimana. Iniziamo subito, tutti e 27 lo stesso giorno”

next