SpaceX ha lanciato nella notte quattro astronauti sulla Stazione spaziale internazionale con il primo vero volo taxi di Elon Musk per la Nasa da parte di una compagnia privata. Il razzo Falcon è decollato dal Kennedy Space Center, a Cape Canaveral, in Florida, negli Usa, con tre americani e un giapponese, il secondo equipaggio ad essere lanciato da SpaceX. La navicella Crew Dragon, chiamata Resilience dal suo equipaggio alla luce delle numerose sfide di quest’anno, in particolare il Covid-19, ha raggiunto l’orbita nove minuti dopo. Dovrebbe raggiungere la Stazione spaziale internazionale lunedì tardi e rimanervi fino a primavera

Fatto for future - Ricevi tutti i giovedì la rubrica di Mercalli e le iniziative più importanti per il futuro del pianeta.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Covid, al via la fase 3 della sperimentazione del candidato vaccino Janssen

next
Articolo Successivo

Covid, Moderna: “Nostro vaccino ha una efficacia pari al 94,%”. Il composto “stabile tra 2 e 8 gradi per 30 giorni”. Ecco come funziona

next