Nella Lombardia, che anche oggi ha registrato oltre quattromila nuovi contagi, non ci sono più posti Covid nelle terapie intensive quindi l’Ospedale in Fiera Milano riapre battenti. “I reparti di terapia intensiva devono stare dentro gli ospedali, non a distanza di chilometri”. Così Marco Travaglio, da sempre critico nei confronti dell’Ospedale in Fiera, fortemente voluto dall’ex capo della protezione civile Guido Bertolaso, ha commentato la riapertura nel suo intervento settimanale durante ‘Accordi&Disaccordi’, il talk show politico condotto da Andrea Scanzi e Luca Sommi, in onda tutti i venerdì alle 22.45 sul Nove. “Zangrillo – ha detto il direttore de Il Fatto quotidiano -, il medico personale di Berlusconi, primario di rianimazione del San Raffaele, se ne andò sbattendo la porta nella riunione in cui i vertici della Regione annunciavano che i dieci milioni donati da Berlusconi e i venti milioni donati da altri privati facoltosi sarebbero stati investiti in quella operazione perché disse ‘dateli al Niguarda, dateli a ospedali già esistenti'”, ha concluso il giornalista.

‘Accordi&Disaccordi’ è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia ed è disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) nonché su sito (www.tvloft.it) e app di TvLoft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, Sky Canale 145 e Tivùsat Canale 9.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Speranza ad Accordi&Disaccordi (Nove): “Il risultato sui vaccini arriverà nel giro di pochi mesi, ma non sarà subito la soluzione”

next