“Le dosi di vaccino acquistate dalla regione Lombardia saranno sufficienti per coprire tutte le categorie previste dalla legge”. Queste le parole del governatore Attilio Fontana sul caso vaccini mancanti in Lombardia che, a quanto si apprende, non andranno a medici e infermieri del settore privato perché “non di competenza della regione”. Stoccata anche al sindaco di Milano Giuseppe Sala e a quelli che, a detta del presidente Fontana, “vogliono solo fare polemica in vista della campagna elettorale”.

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

IL DISOBBEDIENTE

di Andrea Franzoso 12€ Acquista
Articolo Precedente

M5s, l’associazione Rousseau ribatte al collegio garanti: “Il blog è anche nostro e il presidente Casaleggio può pubblicare i suoi articoli”

next
Articolo Successivo

Il caso della leghista che parlava del “coraggio della mafia”, Candiani: “Si dimetta dal Carroccio”. Lei: “Giusto così, vado via”

next