Se volete un camera phone più che valido, con una buona scheda tecnica complessiva a un prezzo da dispositivo di fascia bassa, date un’occhiata all’offerta di oggi su Amazon: il Motorola One Macro, smartphone con quattro fotocamere e buona scheda tecnica complessiva, è disponibile a 146 euro anziché 209,99, grazie allo sconto del 30% che fa risparmiare 63,99 euro.

Gradevole nell’aspetto pur senza avere un design rivoluzionario, One Macro ha un frontale con cornici sottili, quasi interamente dominato dallo schermo, anche grazie alla scelta di Motorola di adottare un notch frontale a goccia per lasciare più spazio possibile ai contenuti. Lo smartphone utilizza un pannello MaxVision di tipo IPS con diagonale di 6.2 pollici, risoluzione HD+ (1520 x 720 pixel) e rapporto di 19:9. Sotto la scocca troviamo invece un processore octa-core MediaTek Helio P70, affiancato da 4 GB di RAM e da 64 GB di memoria, espandibili tramite lo slot microSD.

Molto curato è anche il comparto fotografico posteriore, non tanto per la risoluzione massima, ma per alcune scelte tecniche. La fotocamera principale infatti ha un sensore da 13 Mpixel, a cui si affiancano poi i due classici sensori da 2 Mpixel, uno per le fotografie di tipo macro e uno per raccogliere i dati sulla profondità di campo. A questi però Motorola ha accostato un sensore di tipo ToF (Time of Flight) per l’autofocus laser.

I sensori ToF o A Tempo di Volo sono strumenti per stimare in tempo reale la distanza tra la telecamera e la scena inquadrata, misurando il tempo impiegato da un impulso luminoso per percorrere il tragitto telecamera-oggetto-telecamera. In questo modo la misura della distanza è effettuata indipendentemente su ciascun pixel, con una messa a fuoco particolarmente efficace. La dotazione è poi completata da una fotocamera anteriore da 8 Mpixel, da una batteria da 4000 mAh e dal sistema operativo Google Android in versione 9, ma aggiornabile alla 10.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Emotet, il trojan bancario torna a colpire: ecco come funziona e come difendersi

next