I duchi di Sussex, Harry e Meghan, non intendono “prendere parte ad alcun reality show” televisivo, adesso o in futuro. Lo ha precisato un loro portavoce, citato dai media britannici, smentendo categoricamente il retroscena pubblicato al riguardo del Sun, il tabloid di casa Murdoch che i duchi considerano a loro ostile e contro il quale sono impegnati da tempo in conflitti legali.

Il giornale aveva sostenuto che i Sussex, trasferitisi in America nei mesi scorsi alla ricerca di maggiore autonomia dopo aver clamorosamente rinunciato allo status di membri senior di casa Windsor e ai doveri ufficiali connessi, potessero apparire come protagonisti di una sorta di reality show nell’ambito di una docu-fiction sulle loro attività filantropiche e che rientra fra i progetti che la coppia ha messo in cantiere nell’ambito del contratto di collaborazione dal valore di oltre 150mila dollari firmato di recente con Netflix.

Un contratto che peraltro, secondo fonti dello stesso colosso televisivo Usa, non comprende partecipazioni in veste di attori o figuranti, sia per il secondogenito di Carlo e Diana sia per la sua consorte ed ex attrice d’origini afroamericane, bensì attività da produttori e autori di “programmi innovativi” (dal genere dei documentari a quello dell’animazione) incentrati su temi sociali o sulla promozione del ruolo delle donne.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La smemorata di Vigevano che si crede Julia Roberts rompe il silenzio: è straniera e ha iniziato a rispondere alle domande della Polizia

next
Articolo Successivo

Vanessa Incontrada nuda in copertina su Vanity Fair

next