L’arbitro Daniele De Santis e la sua compagna, Eleonora Manta, sono stati uccisi in casa lunedì sera a Lecce. I loro cadaveri sono stati ritrovati lungo le scale del condominio in cui abitava De Santis, colpito insieme alla compagna da diverse coltellate. I vicini hanno riferito di aver sentito delle urla e di aver visto fuggire un uomo con un coltello. De Santis, 33 anni, ha arbitrato in LegaPro e nel 2017 aveva esordito in Serie B come quarto uomo in Pisa-Benevento.

Il condominio in cui è avvenuto il duplice omicidio è quello in cui abitava l’arbitro 33enne, nel quartiere Rudiae, vicino alla stazione ferroviaria. Sul posto è arrivato anche il procuratore capo Leonardo Leone De Castris.

Secondo una prima ricostruzione, c’è stata una violenta lite nell’appartamento, poi il duplice omicidio. Subito dopo l’arrivo degli investigatori è scattata la caccia al killer che è stato visto da alcuni testimoni mentre scappava.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sondrio, è di Hafsa il corpo ripescato nel fiume Adda. Il riconoscimento dei genitori

next
Articolo Successivo

Willy, i fratelli Bianchi nel braccio di Rebibbia insieme a predatori sessuali e agenti accusati di abuso di potere

next