Raggiungere quota 10 mila esemplari prodotti non è mai facile per una supercar che costa centinaia di migliaia di euro (il listino parte da poco sotto i 350 mila), eppure il record è riuscito alla Lamborghini Aventador: in nove anni di produzione, dalla storica fabbrica di Sant’Agata Bolognese ne sono uscite per l’appunto diecimila. L’ultima delle quali, il modello con il numero di telaio da record, è una Aventador SVJ Roadster di colore Grigio Acheso con livrea Rosso Mimir e interni Ad Personam in Rosso Alala e Nero, destinata ad un fortunato cliente thailandese.
Come si diceva, la Aventador arrivò in commercio nel 2011 nella versione coupé LP 700-4 portando al debutto soluzioni tecnologiche innovative. Su tutte la monoscocca integrale in fibra di carbonio, che riunisce in un’unica struttura il pianale, il tetto e la cellula-abitacolo, per un’elevata rigidità strutturale che assicura performance al top riguardo alla sicurezza passiva e alla dinamica di guida. Il motore, poi, è un V12 da 700 cavalli (abbinato ad un cambio robotizzato) che la fa scattare da 0 a 100 in 2,9 secondi e le fa toccare i 350 orari di velocità massima. Una chicca? Le portiere che si aprono verso, l’alto, come i modelli V12 che l’hanno preceduto. E come una certa Countach.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Bmw sceglie il tennis. E’ Official Sponsor degli Internazionali BNL d’Italia

next
Articolo Successivo

FIAT 500 elettrica, disponibile da fine anno anche con servizio di car sharing

next