Forse non tutti lo sanno, ma la piattaforma di streaming live Twitch è di proprietà di Amazon. Il colosso dell’e-commerce ha quindi deciso di sfruttare il proprio investimento per far crescere Amazon Music, il suo servizio di streaming musicale destinato ai clienti Amazon Prime. La società di Jeff Bezos ha infatti annunciato che i live streaming di Twitch saranno ora disponibili nell’app Amazon Music, sia su iOS che su Android, con l’obiettivo di consentire a fan e artisti di restare in contatto anche ora che la pandemia da Coronavirus ha imposto la cancellazione dei concerti dal vivo.

Non è un caso infatti che, da quando la crisi sanitaria del COVID-19 ha interrotto gli eventi dal vivo, le piattaforme online sono intervenute per riempire il vuoto e hanno conosciuto una crescita esponenziale: a luglio 2020, ad esempio, la categoria “Musica e arti dello spettacolo” su Twitch ha fatto registrare una crescita del 387% anno su anno, con 17,6 milioni di ore guardate.

Con la partnership di Amazon Music ora attiva, i fan potranno iniziare a interagire con artisti di generi diversi che stanno pianificando lo streaming live su Twitch nei prossimi giorni. Alcuni di questi stream riguarderanno musica dal vivo mentre altri saranno contenuti legati alla musica. Gli artisti interessati allo streaming sull’app Amazon Music dovranno iscriversi a Twitch e collegare il proprio canale Twitch tramite la sezione “Profilo e strumenti” in Amazon Music for Artists, in modo che i loro live steam appaiano sulla pagina del profilo dell’artista nell’app Amazon Music.

Amazon non è l’unica a vedere del potenziale nel mercato degli eventi dal vivo. Anche Spotify ad esempio sta sviluppando una piattaforma per eventi virtuali, che dovrebbe essere lanciata a breve, mentre YouTube pubblicizza i filmati dei suoi concerti e le sue esibizioni dal vivo come stimolo ad iscriversi al suo servizio YouTube Music Premium.

Commenti - Non perdere ogni mattina gli editoriali e i commenti delle firme Fatto Quotidiano.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Samsung Galaxy A71, smartphone di fascia media con 130 euro di sconto su Amazon

next
Articolo Successivo

Acer Swift 3 e Swift 5, i nuovi portatili con processori Intel di ultima generazione

next