Huawei P40 Lite è uno smartphone di fascia medio-alta che ha debuttato a inizio anno e che ora è già possibile reperire con un prezzo inferiore ai 300 euro, grazie all’offerta presente su Amazon. Qui infatti uno sconto del 17% consente di abbassare il prezzo dagli originali 299,90 a 249,90 euro.

Lo smartphone, curato ed elegante come da tradizione Huawei, propone un display IPS LCD da 6,4 pollici con risoluzione Full-HD+, con fotocamera frontale da 16 Megapixel inserita all’interno di un foro posizionato nell’angolo in alto a sinistra e sensore biometrico per le impronte digitali integrato invece sul bordo laterale.

Il comparto fotografico sul retro comprende un sensore principale da 48 Mpixel, accoppiato a un grandangolare da 8 Mpixel e a due sensori da 2 Megapixel ciascuno, dedicati rispettivamente alle foto macro e all’acquisizione dei dati sulla profondità di campo. Per il loro alloggiamento, Huawei ha optato per una soluzione estetica che prevede un modulo quadrato con il flash LED che trova posto al di sotto di esso. La batteria è da 4200 mAh con supporto alla ricarica rapida da 40 W.

Cuore dello smartphone è il performante processore Kirin 810, abbinato a 6 GB di RAM e 128 GB di spazio di archiviazione. Il sistema operativo infine è Google Android 10 in versione AOSP, ossia la variante open source del tutto priva delle app proprietarie Google, che Huawei non può più utilizzare a causa del ban statunitense del 19 maggio scorso. A disposizione degli utenti c’è comunque l’AppGallery di Huawei che – a detta dell’azienda – conta già 400 milioni di utenti attivi mensilmente ed è il terzo store mondiale, già fornito di tutte le app principali e più usate e di molte soluzioni proprietarie alternative ai servizi di Google mancanti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Caricabatterie addio? Apple e Samsung pensano di non includerli più con gli smartphone top gamma

next