Con il restyling della Classe E arrivano anche le motorizzazioni più prestazionali: E 63 4Matic+ ed E 63 S 4Matic, entrambe nelle versioni berlina e station wagon, firmate naturalmente dalla divisione “corsaiola” AMG. La berlina di Affalterbach si presenta dunque, oltre che rinnovata nei contenuti e nel design, come da tradizione anche con la power unit più cattiva.

Così come più aggressiva è l’estetica, grazie agli interventi su gruppi ottici, linee del cofano motore e prese d’aria frontali, con i parafanghi che sono stati maggiorati. I cerchi sono da 19″ con design a dieci razze neri opachi o grigio lucidi per la E 63, da 20” a cinque razze per la E 63 S. Per una maggiore personalizzazione, poi, si sono aggiunte tre tinte inedite per la carrozzeria: argento, grigio grafite metallizzato e blu opaco, nonché pacchetti AMG Night Package e AMG Exterior Carbon Fibre I e II.

Gli interni abbinano un’atmosfera raffinata e materiali di pregio con la caratteristica performance AMG. I sedili dedicati rivestiti in pelle nappa garantiscono un sostegno laterale sicuro e un comfort elevato nei lunghi viaggi. Il volante AMG performance è stato ridisegnato e completato con nuove funzioni touch. Aggiornata e con nuove interfacce il sistema di infotainment MBux con grafiche specifiche AMG per le funzioni: Engine Data, Gear Speed Indicator, Warm-up, Set-Up, G-Meter e Racetimer.

Per le visualizzazioni della strumentazione si può scegliere fra i tre stili “Classico”, “Sportivo” e “Supersportivo”. Con la modalità “Supersportiva”: contagiri circolare al centro, accompagnato a destra e a sinistra da visualizzazioni rappresentate orizzontalmente in prospettiva, per un effetto di profondità.

Per quanto riguarda il powertrain, sono disponibili due varianti del 4.0 V8 biturbo: da 571 cavalli e 750 Nm per la E 63 e da 612 cavalli e 850 Nm per la E 63 S. Entrambe godono di cambio automatico AMG Speedshift Mct nove marce e trazione integrale 4Matic+ a ripartizione variabile. Per quanto riguarda le prestazioni, 0/100 km/h da 3”,4 a 3”,6 a seconda della versione e della carrozzeria, mentre la velocità massima è autolimitata a 250 km/h che salgono a 300 (290 per la Wagon) sulla S con AMG Driver’s Package. Nel ciclo Nedc, infine, i consumi si assestano tra 11,6 e 11,9 l/100 km e le emissioni di CO2 da 265 a 273 g/km.

Secondo la casa tedesca, grande agilità e le velocità elevate in curva dei nuovi modelli grazie anche all’assetto RIDE CONTROL+ AMG, dotato di sospensioni pneumatiche integrali multicamere e regolazione adattiva dell’ammortizzazione ADS+ (Adaptive Damping System). Una soluzione che garantirebbe un’elevata dinamica di marcia e precisione di sterzata. Al momento i prezzi non sono ancora stati dichiarati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Citroën C4, cambiano i connotati. E quella nuova è anche elettrica – FOTO

next
Articolo Successivo

Ford Focus EcoBoost Hybrid, al debutto la berlina ibrida compatta da 155 Cv

next