Con il restyling della Classe E arrivano anche le motorizzazioni più prestazionali: E 63 4Matic+ ed E 63 S 4Matic, entrambe nelle versioni berlina e station wagon, firmate naturalmente dalla divisione “corsaiola” AMG. La berlina di Affalterbach si presenta dunque, oltre che rinnovata nei contenuti e nel design, come da tradizione anche con la power unit più cattiva.

Così come più aggressiva è l’estetica, grazie agli interventi su gruppi ottici, linee del cofano motore e prese d’aria frontali, con i parafanghi che sono stati maggiorati. I cerchi sono da 19″ con design a dieci razze neri opachi o grigio lucidi per la E 63, da 20” a cinque razze per la E 63 S. Per una maggiore personalizzazione, poi, si sono aggiunte tre tinte inedite per la carrozzeria: argento, grigio grafite metallizzato e blu opaco, nonché pacchetti AMG Night Package e AMG Exterior Carbon Fibre I e II.

Gli interni abbinano un’atmosfera raffinata e materiali di pregio con la caratteristica performance AMG. I sedili dedicati rivestiti in pelle nappa garantiscono un sostegno laterale sicuro e un comfort elevato nei lunghi viaggi. Il volante AMG performance è stato ridisegnato e completato con nuove funzioni touch. Aggiornata e con nuove interfacce il sistema di infotainment MBux con grafiche specifiche AMG per le funzioni: Engine Data, Gear Speed Indicator, Warm-up, Set-Up, G-Meter e Racetimer.

Per le visualizzazioni della strumentazione si può scegliere fra i tre stili “Classico”, “Sportivo” e “Supersportivo”. Con la modalità “Supersportiva”: contagiri circolare al centro, accompagnato a destra e a sinistra da visualizzazioni rappresentate orizzontalmente in prospettiva, per un effetto di profondità.

Per quanto riguarda il powertrain, sono disponibili due varianti del 4.0 V8 biturbo: da 571 cavalli e 750 Nm per la E 63 e da 612 cavalli e 850 Nm per la E 63 S. Entrambe godono di cambio automatico AMG Speedshift Mct nove marce e trazione integrale 4Matic+ a ripartizione variabile. Per quanto riguarda le prestazioni, 0/100 km/h da 3”,4 a 3”,6 a seconda della versione e della carrozzeria, mentre la velocità massima è autolimitata a 250 km/h che salgono a 300 (290 per la Wagon) sulla S con AMG Driver’s Package. Nel ciclo Nedc, infine, i consumi si assestano tra 11,6 e 11,9 l/100 km e le emissioni di CO2 da 265 a 273 g/km.

Secondo la casa tedesca, grande agilità e le velocità elevate in curva dei nuovi modelli grazie anche all’assetto RIDE CONTROL+ AMG, dotato di sospensioni pneumatiche integrali multicamere e regolazione adattiva dell’ammortizzazione ADS+ (Adaptive Damping System). Una soluzione che garantirebbe un’elevata dinamica di marcia e precisione di sterzata. Al momento i prezzi non sono ancora stati dichiarati.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Citroën C4, cambiano i connotati. E quella nuova è anche elettrica – FOTO

next
Articolo Successivo

Ford Focus EcoBoost Hybrid, al debutto la berlina ibrida compatta da 155 Cv

next