“Keep it real”, cioè, letteralmente, “fare sul serio”. È il nome della campagna neozelandese per proteggere i più giovani dai contenuti potenzialmente dannosi su internet. Una serie di pillole, sotto forma di spot video, con le quali il governo ha deciso di affrontare diverse tematiche, tra cui, appunto, la pornografia. Ma non solo, nella lista di episodi anche un focus sul bullismo e un altro sui contenuti inappropriati. Nessuna delle “pillole”, però, aveva fatto il giro del mondo come quella dedicata al mondo del sesso. Nel video due attori porno si presentano a casa di un ragazzino, svelando alla madre che il figlio guarda video vietati ai minori e spingendola così ad affrontare l’argomento.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Moretti, via i famosi cioccolatini dai supermercati svizzeri perché razzisti

next
Articolo Successivo

La Tesla riesce a schivare un animale sbucato all’improvviso nella notte, Elon Musk commenta: “Le mie auto hanno capacità sovrumane”

next