Una foca monaca è stata avvistata all’Isola di Capraia, nell’Arcipelago Toscano. Un evento quasi unico: da 50 anni infatti l’esemplare non si riproduce in Italia. A riprenderla un turista che ha inviato il video a Fabio Guidi, redattore di www.visitcapraia.it. Le immagini rappresentano la conferma di quanto scoperto pochi giorni fa, quando è stato registrato un primo avvistamento. Le immagini sono state girate tra punta della Fica e cala di Ceppo. “Ho visto uscire qualcosa fuori dall’acqua ed ho pensato subito ad un delfino, ma avvicinandosi ci siamo accorti increduli che si trattava di una foca – ha raccontato l’autore del video – È rimasta in zona per un una quindicina di minuti prima che si allontanasse piano piano. È stata un emozione unica, spero che avvistamenti simili siano sempre più frequenti nel nostro arcipelago!”. La foca monaca, secondo la classifica IUCN, è considerata una specie a rischio, minacciata di estinzione, come ha ricordato il presidente del Parco Nazionale Arcipelago Toscano. Alcuni nuclei riproduttivi si trovano ancora nel mediterraneo orientale principalmente in Grecia e Turchia. “L’ultimo avvistamento nell’Arcipelago è stato nel 2009 a Giglio Campese e dopo ben 11 anni abbiamo questa bella sorpresa di una presenza documentata a Capraia – prosegue il presidente – Una cosa eccezionale perché la foca monaca è una specie elusiva difficile da vedere”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’orso contro il bisonte: in un parcheggio nel parco di Yellowstone la lotta per la sopravvivenza

next
Articolo Successivo

Trieste, avvistata la più grande medusa del Mediterraneo: può arrivare fino a un metro di diametro

next