Waze, uno dei più famosi e apprezzati navigatori GPS per auto, ha annunciato alcune nuove funzionalità, con l’intento di aiutare i cittadini in questa pandemia da Coronavirus. Le novità introdotte, infatti, non sono rivolte solamente ai guidatori ma anche a proprietari di attività commerciali, lavoratori e persone bisognose. Andiamo per ordine.

La prima funzione ha lo scopo di semplificare l’individuazione di attività che offrono servizio di drive-thru o di consegna fuori dal negozio o ristorante. Le aziende o i clienti stessi possono richiedere l’aggiunta di un badge che fornisca queste informazioni in maniera preventiva sulla mappa. In questo modo, l’icona relativa apparirà sulla mappa.

Quanto ai lavoratori, Waze ora mostra i parcheggi con tariffe scontate nei pressi dei centri medici grazie alla partenship con SpotHero e ParkWhiz negli Stati Uniti. Inoltre, l’applicazione memorizzerà anche dove l’utente ha parcheggiato. Particolare attenzione, infine, anche per le persone bisognose. Waze ha aggiunto oltre 57.000 punti in cui viene erogato un servizio di distribuzione alimentare d’emergenza. La società fa sapere di essere anche al lavoro per semplificare la ricerca di centri per effettuare i test Covid-19. Digitando la parola Covid-19, sulla mappa appariranno i centri medici più vicini.

Insomma, piccole ma interessanti novità che possono fornire informazioni importanti per la circolazione, in questo particolare momento di pandemia. Non è chiaro al momento, se le funzioni siano limitate agli Stati Uniti (e India per quanto riguarda la distribuzione alimentare) o se saranno rese progressivamente disponibili anche in altri mercati, come ad esempio quello europeo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Chrome, il web browser di Google ci spia anche in modalità anonima? Class action all’orizzonte

next
Articolo Successivo

Lenovo IdeaPad S540, notebook 14 pollici potente e versatile, in offerta su Amazon con sconto del 15%

next