Alta tensione per lo sciopero generale e la mobilitazione intorno al Parlamento attesi a Hong Kong nel giorno della seconda lettura della contestata legge sulla sicurezza nazionale in arrivo da Pechino. Un centinaio di manifestanti ha intonato slogan contro la Cina nel centro della città. Il gruppo è stato disperso dalla polizia, che ha sparato proiettili di spray al peperoncino.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Hong Kong, la polizia spara proiettili urticanti contro i manifestanti: centinaia di arresti. “Vogliamo difendere la nostra libertà”

next
Articolo Successivo

Usa, Twitter bolla i messaggi di Trump come potenziali fake. Lui minaccia: “Chiudiamo i social media”

next