Realme ha presentato oggi il suo nuovo smartphone top di gamma X3 SuperZoom, all’interno del suo primo grande evento europeo, a testimonianza dell’attenzione posta all’importante mercato continentale dal brand cinese nato da una costola di Oppo. Lo smartphone è caratterizzato da un design curato, ma soprattutto da una scheda tecnica di primo piano e da una fotocamera periscopica con zoom ottico 5x, che però in digitale può arrivare fino a 60x.

X3 SuperZoom presenta anzitutto un ampio display da 6,6 pollici di diagonale, con vetro 2,5D (ossia arrotondato lungo i fianchi, in modo da eliminare quasi completamente le cornici) e pannello LCD con risoluzione Full HD+ e rapporto di forma 20:9, che gli garantiscono un rapporto schermo/scocca pari al 90,5% dell’intera superficie. Il display, protetto da vetro Corning Gorilla Glass 5, offre anche una luminosità massima di 480 nit, e un refresh rate di 120 Hz, risultando quindi perfetto anche per il gaming.

All’interno troviamo un processore Qualcomm Snapdragon 855 Plus, affiancato da ben 12 GB di RAM e 256 GB di archiviazione interna. Punto forte dello smartphone, come rivela il nome stesso, è però soprattutto il comparto fotografico, che annovera una doppia fotocamera anteriore e quattro fotocamere posteriori. Frontalmente infatti troviamo una fotocamera principale da 32 Mpixel, abbinata a un ultra grandangolare da 8 Mpixel, mentre dietro troviamo una fotocamera principale da 64 Mpixel, un ultra grandangolare da 8 Mpixel, un teleobiettivo con zoom ottico x, sempre abbinato a un sensore da 8 Mpixel e un macro da 4 Mpixel.

Completano la dotazione, una batteria da 4200 mAh con ricarica rapida da 30 W in grado di portare la ricarica al 100% in soli 55 minuti, e i moduli Wi-Fi 802.11ac, Bluetooth 5 e NFC. Il comparto audio supporta gli standard Dolby ATMOS e Hi-Res Audio, mentre il sistema operativo è ovviamente Android 10 con interfaccia proprietaria Realme UI. Realme X3 SuperZoom è già prenotabile in Italia al prezzo di 499,99 euro, con disponibilità prevista a partire dal prossimo 2 giugno.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Apple App Store, valanga di aggiornamenti per risolvere il bug che impedisce l’avvio di molte app

next
Articolo Successivo

YouTube scatenata: presto l’app Android integrerà anche i risultati di ricerca Web?

next