“Paura dei giornali in capo a Fca? Non ho avuto problemi a sostenere tesi che mettevano in evidenza il fatto che c’è oggettivamente nel nostro paese un rapporto complicato tra imprenditoria e editoria. Ma io penso che l’obiettivo del rientro della sede in Italia va conquistato e contrattato, perché bisognerà nei prossimi anni trattenere e conquistare elementi di radicamento per il nostro sistema industriale”, così il vice-segretario del Partito democratico, Andrea Orlando, a Sono le Venti (Nove) dopo le polemiche sollevate da un suo tweet in cui affermava, in riferimento al prestito di 6 miliardi di euro con garanzia pubblica, che “un’impresa che chiede ingenti finanziamenti allo Stato italiano” deve “riportare la sede in Italia”. Alla domanda se il timore è che i soldi non vengano restituiti, Orlando ha risposto “no”. “Penso però che di fronte al fatto che lo Stato oggi svolge un ruolo importante, ci sono le condizioni per avere maggiori garanzie sul futuro, magari con più accortezza di quanto non è stato fatto in passato“, ha aggiunto, portando l’esempio di Fabbrica Italia. Il segretario ha poi parlato dei soldi messi sul piatto dal governo per affrontare la crisi e dei 3 miliardi di euro stanziati per Alitalia, “necessari” secondo l’ex ministro della Giustizia.

SONO LE VENTI, il nuovo programma di Peter Gomez, è prodotto da Loft Produzioni per Discovery Italia e sarà disponibile anche su Dplay (sul sito www.it.dplay.com – o scarica l’app su App Store o Google Play) e su sito www.iloft.it e app di Loft. Nove è visibile al canale 9 del Digitale Terrestre, su Sky Canale 149 e Tivùsat Canale 9.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fca, Elkann tira dritto sul dividendo per la fusione con Psa: “I 5,5 miliardi? Gli accordi sono scritti nella pietra e vincolati”

next
Articolo Successivo

Prestito da 6 miliardi a Fca? La “lezione di Obama”: nel 2009 gli Usa imposero condizioni stringenti. Ecco quali – Sono le Venti (Nove)

next