Uno snowboarder di 27 anni di Berna è morto durante una discesa dalla vetta del Monte Dolent, a Courmayeur. L’incidente si è verificato poco prima delle 10 a 3.800 metri di quota nella parte settentrionale della Alpi del Monte Bianco. A causa delle ferite riportate nella caduta per la vittima, che era tornato in pista con la fine del lockdown, non c’è stato nulla da fare. Non si conosce ancora l’identità dello snoawborder.

Da quando si apprende, il ragazzo stava percorrendo il versante sud con ai piedi lo splitboard, una tavola da snowboard che si divide in due sci per la salita su neve, quando è precipitato. Il salto non gli ha lasciato scampo ed è morto sul colpo. E’ stato il compagno di discesa, anche lui appassionato di percorsi sterrati, a chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti il Soccorso alpino valdostano e un elicottero del 118. Appena raggiunto l’uomo, il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Ippolito (Spallanzani): “Riaprire espone al rischio di una seconda ondata. Con meno restrizioni serve più responsabilità”

next
Articolo Successivo

Fase 2, il piano in tre tappe per bambini e adolescenti: dal 18 maggio attività nei parchi, a giugno riaprono centri estivi e ludoteche

next