Uno snowboarder di 27 anni di Berna è morto durante una discesa dalla vetta del Monte Dolent, a Courmayeur. L’incidente si è verificato poco prima delle 10 a 3.800 metri di quota nella parte settentrionale della Alpi del Monte Bianco. A causa delle ferite riportate nella caduta per la vittima, che era tornato in pista con la fine del lockdown, non c’è stato nulla da fare. Non si conosce ancora l’identità dello snoawborder.

Da quando si apprende, il ragazzo stava percorrendo il versante sud con ai piedi lo splitboard, una tavola da snowboard che si divide in due sci per la salita su neve, quando è precipitato. Il salto non gli ha lasciato scampo ed è morto sul colpo. E’ stato il compagno di discesa, anche lui appassionato di percorsi sterrati, a chiamare i soccorsi. Sul posto sono intervenuti il Soccorso alpino valdostano e un elicottero del 118. Appena raggiunto l’uomo, il medico non ha potuto fare altro che constatare il decesso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, Ippolito (Spallanzani): “Riaprire espone al rischio di una seconda ondata. Con meno restrizioni serve più responsabilità”

next
Articolo Successivo

Fase 2, il piano in tre tappe per bambini e adolescenti: dal 18 maggio attività nei parchi, a giugno riaprono centri estivi e ludoteche

next