Motore quattro cilindri 2.0 turbocompresso da 306 cavalli e 450 Nm di coppia, 0-100 in 5”,2 e 265 orari di velocità massima. Questa la carta di identità della Mini John Cooper Works GP, la massima espressione della sportività per la casa di Oxford. Una limited edition di 3.000 esemplari, di cui 150 riservati per il mercato Italia.

In tempi di Coronavirus, il test in pista è rimandato. E, anche se non è la stessa cosa che filare tra i cordoli dell’Estoril, a presentarla in videocall alla stampa italiana è stato il responsabile del design Mini Oliver Heilmer.

Tra gli elementi iconici di Mini, che conferiscono un chiaro senso di identità, ci sono i fari ellittici e la griglia esagonale del radiatore. Allo stesso modo, tratti caratteristici John Cooper Works come l’hood scoop e la griglia esagonale a nido d’ape con logo GP ne accentuano la sportività.

La sezione anteriore è piatta con un’ampia carreggiata, grande minigonna anteriore, passaruota svasati e un’ala posteriore visibile anche dalla parte anteriore. L’imponente appendice con un piccolo nolder sulla parte superiore sono stati determinanti ai test sulla Nordschleife, dove la JCW GP ha bloccato il tempo a 7’e 59” diventando la prima Mini di serie ad infrangere il muro degli 8 minuti, con quasi mezzo minuto di vantaggio sul modello precedente

Lateralmente, la Mini JCW GP rivela la silhouette più dinamica di sempre. L’interazione tra l’area del finestrino e la linea di spalla crescente traccia una forma a cuneo sul lato, impreziosita da elementi cromati nella parte anteriore, laterale e posteriore come i loghi Mini, le maniglie delle portiere, il tappo del serbatoio del carburante. Aggressivi i cerchi in lega da 18” con design bicolore.

All’interno, layout corsaiolo: due posti secchi con barra strutturale dietro i sedili per irrigidire la scocca. Alcuni dettagli come i paddle del cambio, il piccolo inserto sulla parte superiore del volante e la finitura della plancia lato passeggero sono stati realizzati con la stampa tridimensionale. Ogni modanatura è unica e reca il numero di produzione in edizione limitata del veicolo. L’esclusività, tuttavia, ha un prezzo: per Mini JCW GP è di 49.500 €.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Toyota Highlander, un suv gigante in arrivo per il mercato europeo – FOTO

next
Articolo Successivo

Maserati, prototipo di MC20 dedicato a Stirling Moss a un mese dalla scomparsa – FOTO

next