L’emergenza Coronavirus non ferma estro ed inventiva, tipicamente italiani. Va infatti avanti il progetto Mole Urbana, ovvero il quadriciclo elettrico realizzato dal designer partito dalla Sicilia e sbarcato a Torino Umberto Palermo. Si tratta di un mezzo che può essere guidato già dai 14 anni, con la particolarità che non potrà essere acquistato, ma solo preso a noleggio. “Non ho voluto disegnare un’automobile in miniatura, ma un sistema che si possa integrare alla città. Voglio definire Mole Urbana uno ‘sposta persone’ integrato al mondo dei trasporti, da quelli pubblici al car sharing”, ha spiegato lo stesso Palermo.
Sono già pronti i primi prototipi, che vedete nella foto, ma la produzione vera e propria inizierà quando il nostro Paese uscirà dal lockdown. L’obiettivo è costruirne 50 esemplari entro fine anno presso gli stabilimenti Pretto di Pontedera (che lavorano per Piaggio), e poi altri 150 nel 2021, incrementando negli anni successivi prima a 200 e poi a 300. Sfruttando così l’onda lunga del mercato dei quadricicli che, salvo situazioni contingenti come quella legata al Covid 19, è stimato in crescita del 30% nei prossimi anni.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Coronavirus, il salone dell’auto di Pechino slitta da aprile a settembre

next