Deve aver pensato che dichiarare la verità non fosse un problema. Così, sull’autocertificazione compilata prima di uscire di casa ha scritto, a mano, “devo fumare una canna“. Siamo a Frattamaggiore (Napoli) e la storia la riporta il Corriere del Mezzogiorno. Un ragazzo poco più che maggiorenne si è presentato dalle forze dell’ordine dicendo di essere uscito perché aveva bisogno di fumare una “canna di hashish”. I carabinieri lo hanno denunciato per violazione delle disposizioni del decreto del governo che hanno l’obiettivo il contenimento del contagio da coronavirus e che certo non prevedono tra i “bisogni essenziali” quello indicato dal ragazzo. La vicenda ricorda quella del 33enne fiorentino che, fermato dai carabinieri in via Centostelle a Firenze lo scorso 18 marzo, ha mostrato l’autocertificazione con motivazione “comprare droga”. L’uomo, denunciato, aveva spiegato ai carabinieri di trovarsi in quella zona perché più facile “trovare spacciatori”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, aveva detto: “Gli italiani usano il Covid-19 per fare una lunga siesta”. Ora si scusa: “Ho sbagliato. Perdonatemi, devo pensare alla mia salute mentale”

next
Articolo Successivo

Giuseppe Conte, dopo i fan club nati in rete Malena ribadisce: “Le mie amiche pazze di lui. Ogni volta che fa un video ormoni a mille”

next