“Canta che ti passa”. L’Italia dei social chiama e i quartieri deserti si accendono attraverso migliaia di persone che si danno appuntamento fuori dai balconi: intonano in coro canzoni e condividono ore di socialità nonostante l’isolamento del Paese. Da Nord a Sud, tutti rigorosamente rinchiusi in casa, ma comunque insieme. E con la musica come terapia contro la paura del Covid-19. Così a Palermo c’è anche chi ha pensato di animare la serata improvvisando un dj-set sul balcone di casa, con tanto di consolle professionale, facendo ballare tutto il quartiere.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, anche Giuliano Sangiorgi si affaccia alla finestra: il medley contro la paura è “meraviglioso”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Roberto Burioni e altri scienziati denunciano Vittorio Sgarbi: in un video lo definiva “virus del buco del c..o”

next