Il giornalista Nicola Porro, conduttore di Quarta repubblica, è risultato positivo al test per Coronavirus. Per questo ieri sera è saltata la puntata del programma e tutta la redazione è stata invitata a restare a casa. Tra chi ha voluto mandare un messaggio di vicinanza a Porro c’è anche Paola Ferrari, giornalista di RaiUno. Che però ha confuso un parola inglese con un’altra, postando un tweet dall’involontario appeal comico. “Un abbraccio a Nicola Porro . Come black soon“. Letteralmente, “un abbraccio a Nicola Porro. Torna nero subito”. Ovviamente la giornalista voleva scrivere “come back” ma qualcosa è andato storto. Decine i commenti ironici (alcuni volgari e inutili, meglio non considerarli) sotto al tweet: “Dice che lo chiamavano “viso pallido” a Nicola!”, “Pensavi fosse il profilo fake, giuro”, “Porro is the new black”. Insomma, anche in tempi di Coronavirus una risata può fare bene…

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, 3500 persone vestite da Puffi al grido di: “Pufferemo il virus”. Sui social critiche furibonde

next
Articolo Successivo

Grande Fratello Vip, Valeria Marini lava la biancheria intima in una pentola: “Ma è la stessa usata per la pasta”

next