Colpo di scena durante la finale della nona edizione di “MasterChef Italia” su Sky Uno. Dopo la cascata di coriandoli dorati e la proclamazione del vincitore 44enne Antonio Lorenzon, art director di Bassano del Grappa (Vicenza), c’è stato un secondo finale a sorpresa. Il vincitore, infatti, ha tenuto un discorso commovente: “Quale miglior occasione per ringraziarvi tutti per essermi stato vicino, per l’amicizia. Questo è un giorno molto particolare per me perché ho ricevuto questa gloria, e altrettanta gloria voglio trasmetterla a una persona che nella vita ha creduto in me e mi ha reso la persona che sono. Voglio che questo sia un momento speciale”.

Tra lo stupore generale dei tre giudici Bruno Barbieri, Antonino Cannavacciuolo e Giorgio Locatelli, parenti, amici e colleghi finalisti, Antonio si è inginocchiato davanti al suo Daniel, chiedendogli di sposarlo. Antonio e il suo compagno – è stato proprio lui a iscriverlo al cooking show – stanno insieme da 18 anni: al suo ingresso nella Masterclass aveva dichiarato di avere in programma il matrimonio per il 2022, nel giorno del loro ventesimo anniversario. Evidentemente ha voluto anticipare i tempi e spiazzare tutti. Il suo sogno, prima dell’inizio della gara, era quello di aprire un B&B all’italiana a Nizza.

Non è la prima volta che si è consumato in televisione una proposta di matrimonio. L’ultima è stata nel 2015 a “Italia’s Got Talent‘”con il ballerino Stefan, del gruppo multietnico Les Farfadais, che dopo l’esibizione ha fatto, in diretta, una proposta di matrimonio al suo compagno Kyle.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sono le Venti (Nove), dal medico in pensione richiamato in servizio per il coronavirus alla situazione migranti in Grecia: rivedi la puntata

next
Articolo Successivo

MasterChef Italia, Antonino Cannavacciuolo proclama il nome del vincitore: è Antonio Lorenzon. Il momento dell’annuncio

next