L’ambasciata di Francia in Italia “si dissocia totalmente dalla satira comparsa nella trasmissione di un canale tv privato francese, che non corrisponde in alcun modo al sentimento delle autorità e del popolo francesi”. È l’Adnkronos a riportare fonti diplomatiche a proposito di quello che ormai è diventato un “caso”: il video apparso su Canal +, nel quale si fa satira sull’Italia, la pizza e il coronavirus. “La Francia – sottolineano le fonti – esprime la sua solidarietà all’Italia di fronte all’emergenza legata al coronavirus”. E le scuse sono arrivate anche da Canal +: la pay tv ha inviato una lettera all’ambasciatore italiano a Parigi, Teresa Castaldo, nella quale “si scusa con i nostri amici italiani per la trasmissione di una breve sequenza di pessimo gusto, soprattutto nel contesto attuale, facendo un riferimento caricaturale all’Italia in un programma satirico. Questa sequenza – si sottolinea in una dichiarazione del portavoce dell’emittente – è già stata rimossa da tutte le repliche e riproduzioni del canale”. A quale video fa riferimento la rete francese? Alla clip del titolo “Corona pizza”.

Un pizzaiolo sforna una bella pizza, la impiatta e poi ci sputacchia sopra. “Questa trasmissione è presentata dalla Pizza Corona“, è titolo. “La nuova pizza italiana che farà il giro del mondo: Covid-19“, il sottotitolo. Si tratta di una clip intitolata “Corona pizza” che è andata in onda su Canal +, emittente francese a pagamento di proprietà Vivendi. Come a dire “italiani untori del coronavirus”. Una serie di immagini messe sotto il cappello della satira. E la polemica è subito infuriata, prima sui social, poi anche nel mondo politico.

La polemica politica è montata subito, con esponenti di diversi schieramenti, governo compreso, ha criticato il video. “Il video francese che irride l’Italia è irricevibile. Pretendiamo scuse ministro Di Maio”. Lo scrive su Facebook il responsabile Esteri del Pd, Emanuele Fiano. Dall’opposizione, Giorgia Meloni ha rilanciato il video sia su Facebook che su Twitter: “Video “satirico” disgustoso mandato in onda dalla famosa TV francese Canal + per insinuare che i prodotti Made in Italy sono contaminati dal Coronavirus. Disprezzo totale per gli autori di questa immondizia anti italiana. Che dite qualcuno del Governo o della maggioranza PD-M5S avrà la decenza di far sentire il proprio sdegno?”. Questo il tweet della leader di Fratelli d’Italia che poco prima aveva lanciato l’hashtag DifendiamoilMadeinItaly. Sul “piede di guerra” anche la ministra dell’Agricoltura, Teresa Bellanova che ha scritto un lungo post su Facebook: “Il video andato in onda in Francia durante una trasmissione di Canal+ è vergognoso e raccapricciante. Davanti al momento di crisi e difficoltà che non solo il nostro Paese ma l’Europa intera sta affrontando, media e televisioni dovrebbero informare i cittadini, raccontando la verità. Basterebbe quello. Invece si sceglie di denigrare un intero Paese. Questa non è satira, è un’offesa ad un’intera nazione, è un’evidente mistificazione dei fatti. È il populismo fatto immagine“. E ancora: “Si mandano in onda fake news per diffondere paura, dividere, creare barriere ma anche legittimare la concorrenza sleale. Noi non ci stiamo. E il coronavirus, come ribadito più volte dalle autorità europee ed internazionali, non si trasmette tramite cibo. I nostri prodotti sono sicuri, di altissima qualità, e lo certificano i controlli che effettuiamo ogni giorno, fra i più stringenti al mondo. Ho attivato i canali diplomatici per segnalare il contenuto mandato in onda e capirne genesi e portata. Nel frattempo, mi aspetto che Canal+ lo ritiri immediatamente e si scusi. Non con me, ma con i 60 milioni di cittadini italiani, lavoratori, imprenditori, produttori, che, con il loro video disgustoso, sono stati offesi”.No

Non si è dovuto attendere molto per l’intervento del ministro degli Esteri Luigi Di Maio: “Questa è l’anteprima di un video diffuso da una tv francese che considero di dubbio gusto e inaccettabile. Comprendo la satira e capisco tutto, ma prendersi gioco degli italiani in questo modo, con l’emergenza del coronavirus che stiamo affrontando è profondamente irrispettoso. Come ministero degli Esteri abbiamo immediatamente attivato la nostra ambasciata a Parigi – ha scritto in un post pubblicato su Facebook – Invito gli autori del programma a venirsi a mangiare una pizza in Italia, una pizza come non l’hanno mai mangiata nella loro vita. Li invito a rispettare i nostri prodotti e il Made in Italy, eccellenze che non hanno pari nel mondo”.

E i social non sono stati a guardare: “Su Canal+ spunta un video sulla pizza italiana contaminata al coronavirus. I francesi dovrebbero sciacquarsi la bocca prima di parlare di noi, ma non hanno il bidet, e quindi niente”, si legge su Twitter. E ancora: “Sinceramente sputare sulla pizza a Napoli è come sputare in faccia a San Gennaro, che non gradisce tali comportamenti.Vedo funesti presagi per i prossimi mesi in Francia!”, ribatte qualcuno. “Raga ma posso dire che lo spot francese sulla “pizza al Coronavirus” più che indignarmi mi fa proprio schifo? Cosa vuol dire che tossendo sputa quella schifezza verde sulla pizza, vi prego”, “Per i francesi che ci prendono in giro per il Coronavirus e la pizza vorrei ricordare che da Liberté, Égalité, Fraternité ad Inculoatè è un attimo”. E i tweet, c’è da scommetterci, sono destinati ad aumentare.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili