Arriva finalmente anche in Italia il MateBook X Pro 2019, erede naturale dell’apprezzatissima edizione 2018 dell’ultrabook firmato Huawei. Come per il vecchio modello, anche questo è un portatile leggero e sottile di fascia medio-alta, equipaggiato con Windows 10 e pensato per concorrere direttamente con soluzioni tipo Dell XPS 13 e ovviamente MacBook Pro da 13 pollici. Certo, il prezzo non è alla portata di tutti, ma tutto sommato è interessante visto la qualità offerta, sia in termini di realizzazione che di potenza di calcolo e versatilità.

Partiamo dall’aspetto come sempre. MateBook X Pro si presenta infatti molto bene, con un design attuale e pulitissimo, con un elegante corpo in metallo dalle finiture sabbiate a taglio diamantato e uno spessore di appena 14,6 mm con un peso di 1,33 kg. Presenti due porte USB-C (di cui una Thunderbolt 3) e una USB-A 3.0, senza dimenticare il jack audio da 3.5 mm. Come da tradizione per la gamma MateBook X, la webcam è nascosta sotto un pulsante della tastiera, posizionamento particolarmente apprezzato in ottica privacy che ha consentito anche di ridurre le cornici attorno al display, contenendo quindi le dimensioni del notebook.

Interessante anche il pulsante di accensione denominato OneTouch, che integra un sensore per le impronte digitali con supporto alla tecnologia di autenticazione biometrica Windows Hello. Come già visto su altri notebook dell’azienda cinese, è inoltre presente anche in questo caso il software Huawei Share 3.0 OneHop, che consente il passaggio di foto, video e documenti tra PC e smartphone Huawei in modo semplice e veloce.

Per quanto riguarda la piattaforma hardware, la versione commercializzata in Italia è equipaggiata con un processore Intel Core i7-8565U di ottava generazione, affiancato da 8 GB di RAM, unità a stato solido da 512 GB dedicata allo storage e scheda video dedicata Nvidia GeForce MX250 con 2 GB di RAM DDR5 onboard, chiamata a controllare il display da 13,9 pollici con risoluzione di 3000 x 2000 pixel e copertura pari al 100% della gamma colore sRGB.

L’ultrabook offre poi ancora un sistema audio a quattro altoparlanti con supporto allo standard Dolby Atmos e un array di quattro microfoni in grado di captare la voce fino a quattro metri di distanza, così da interagire sempre al meglio con l’assistente vocale. La batteria da 57,4 Wh infine dovrebbe garantire fino a 12 ore di navigazione Web, 13 ore di riproduzione video o 14 ore di lavoro regolare. Huawei MateBook X Pro 2019 sarà disponibile a breve in un’unica variante cromatica, Space Grey, al costo di 1.699 euro.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Amazon Echo Dot, smart speaker con assistente vocale Alexa, in offerta su Amazon con sconto del 42%

next
Articolo Successivo

Microsoft AI For Health, l’intelligenza artificiale al servizio della salute umana

next