Lo smartphone è certamente uno strumento utilissimo, che racchiude in sé diverse funzioni, ma a volte il suo utilizzo può diventare ossessivo. Molti di noi non se ne accorgono nemmeno, ma sbloccano lo schermo del proprio smartphone centinaia di volte al giorno per consultare le notifiche. Un comportamento che può influire negativamente tanto sul lavoro che sulla vita privata. Per questo già da diverso tempo Google ha avviato sui dispositivi Android l’iniziativa Benessere Digitale, volta proprio a diminuire la nostra dipendenza da smartphone. E proprio in quest’ambito il colosso di Mountain View ha introdotto tre nuove app, Envelope, Screen Stopwatch e Activity Bubbles, tutte volte proprio a limitare le nostre interazioni con lo smartphone.

Oltre all’app vera e propria denominata Benessere Digitale, integrata in tutti i sistemi Android di ultima generazione e dotata di diverse funzioni che ci indicano quanto tempo trascorriamo sui social o ci aiutano a limitare le notifiche in alcune ore della giornata, il colosso di Mountain View ha infatti iniziato a introdurre periodicamente delle app specifiche, ciascuna delle quali svolge un’azione specifica per contrastare un uso eccessivo dello smartphone.

Envelope

Envelope ad esempio consente agli utenti di trasformare il proprio telefono in un dispositivo in bianco e nero che offre solo una tastiera telefonica e l’accesso alla fotocamera. Inoltre l’app, attualmente disponibile solo per il Google Pixel 3a, fa stampare all’utente un PDF che, una volta piegato secondo le istruzioni, forma una busta al cui interno riporre lo smartphone, in modo da scoraggiare l’utente a utilizzarlo. L’app inoltre terrò traccia del numero di volte in cui avremo ceduto alla tentazione.

Screen Stopwatch

Screen Stopwatch è un’alternativa più soft alle classiche app cronometro. Come queste ultime infatti consente agli utenti di tenere traccia di quanto tempo trascorrono utilizzando le varie app, ma senza lo stress causato dal conto alla rovescia dal vivo. Gli utenti invece visualizzano l’ora e la data attuali sulla schermata principale, nonché un orologio di grandi dimensioni che mostra da quanto tempo utilizzano attivamente il telefono.

Activity Bubbles

Infine, Activity Bubbles presenta uno sfondo che fa cadere una bolla sullo schermo ogni volta che il telefono viene sbloccato. Le bolle crescono di dimensioni più a lungo si tiene sbloccato lo smartphone, affollando così sempre più lo schermo e fornendo una rappresentazione visiva di quanto tempo si trascorre ad usare il telefono.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Acer TravelMate B3, notebook da 11 pollici ultra robusto e affidabile

next