A lanciare l’indiscrezione è Il Corriere della Sera: la giornalista Rula Jebreal contattata da Amadeus per presentare il prossimo Festival di Sanremo, vorrebbe portare sul palco del Teatro Ariston l’ex first lady della Casa Bianca, Michelle Obama, moglie di Barack. Non solo. Secondo gli accordi presi con l’organizzazione, riferisce sempre Il Corriere della Sera, il compenso di Rula Jebreal andrà in beneficenza per le attività di Nadia Murad, premio Nobel per la pace nel 2018, vittima di stupro e divenuta un simbolo per gli yazidi, una comunità di etnia curda storicamente perseguitata.

La giornalista, che dovrebbe esserci tra le femminilità di spicco che presenteranno il Festival (rumor annunciato da Dagospia e poi confermato da Amadeus), conosce molto bene l’ex coppia presidenziale in occasione della visita di Obama alla Fiera di Milano nel 2017 per il Summit Mondiale sul cibo del futuro. La Jebreal vorrebbe intervistare all’Ariston Michelle Obama sul tema delle donne. Toccando anche il tema della violenza sulle donne, argomento a cui la giornalista tiene moltissimo ed è attiva sul campo da anni. Se la Obama fosse impossibilitata si pensa già al piano B con la regina dei talk Usa Oprah Winfrey, che ha già espresso la sua posizione sul tema tenendo un discorso toccante ai Golden Globe 2018.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Irene Ferri e la lite con l’edicolante a Roma: “Era una furia, mi ha rincorso e colpita al volto, senza nessuna discussione”

next
Articolo Successivo

Il virus di Capodanno di WhatsApp tra i messaggi di auguri: ecco i rischi e come evitarli

next