Stava rientrando nel suo campus universitario di Rozzano quando è stata prima minacciata con un coltello e poi violentata da uno sconosciuto. Lo ha raccontato una ragazza, cittadina indiana di 18 anni, residente a Manchester ma in Italia per un periodo di studio, ai carabinieri e ai medici dell’ospedale Humanitas.

I militari sono ora al lavoro per confermare o meno il racconto della 18enne. Secondo quanto riferito dalla studentessa, gli abusi sarebbero avvenuti la notte di giovedì in una strada del comune alle porte di Milano. Una prima conferma arriva già dai medici che hanno riscontrato elementi compatibili con l’abuso sessuale denunciato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Milano, 50enne arrestato per molestie sessuali su una ragazzina di 13 anni in biblioteca

next
Articolo Successivo

Sinodo sull’Amazzonia, arriva il sì ai preti sposati. Resta il no alle donne diacono. “Ma il celibato rimane dono di Dio”

next