Stava rientrando nel suo campus universitario di Rozzano quando è stata prima minacciata con un coltello e poi violentata da uno sconosciuto. Lo ha raccontato una ragazza, cittadina indiana di 18 anni, residente a Manchester ma in Italia per un periodo di studio, ai carabinieri e ai medici dell’ospedale Humanitas.

I militari sono ora al lavoro per confermare o meno il racconto della 18enne. Secondo quanto riferito dalla studentessa, gli abusi sarebbero avvenuti la notte di giovedì in una strada del comune alle porte di Milano. Una prima conferma arriva già dai medici che hanno riscontrato elementi compatibili con l’abuso sessuale denunciato.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Milano, 50enne arrestato per molestie sessuali su una ragazzina di 13 anni in biblioteca

prev
Articolo Successivo

Sinodo sull’Amazzonia, arriva il sì ai preti sposati. Resta il no alle donne diacono. “Ma il celibato rimane dono di Dio”

next