Ufficialmente nullatenenti e percettori del reddito di cittadinanza. In realtà, contrabbandieri. Così, cinque uomini – tutti tra i 50 e i 60 anni – sono stati arrestati dalla Guardia di finanza al termine di un’indagine coordinata dalla procura di Salerno.

L’intera banda, in totale composta da 12 persone, secondo gli inquirenti operava in diversi comuni dell’agro nocerino-sarnese. L’accusa per i dodici – tutti raggiunti dall’ordinanza di custodia cautelare – è di associazione a delinquere finalizzata al contrabbando di tabacchi lavorati esteri.

Nel corso degli accertamenti, i finanzieri si sono accorti che cinque di loro si erano dichiarati nullatenenti e senza un lavoro e così avevano ottenuto il reddito di cittadinanza. Ma in realtà un lavoro ce l’avevano, illegale e in nero, almeno stando alla ricostruzione dell’accusa. Contestualmente alll’ordinanza di custodia cautelare, il beneficio introdotto dal governo Lega-M5s è stato interrotto.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Torino, in fiamme la Cavallerizza Reale patrimonio Unesco: il tetto crollato e i danni visti dall’interno

prev
Articolo Successivo

Maltempo a Milano, strade e sottopassaggi allagati: le immagini della città sotto la pioggia

next