C’è chi è venuto per cercare di capire, chi perché ha capito e non vuole mollare e chi vuole semplicemente esprimere tutta la sua rabbia per il tradimento di Carige. Ci sono i curiosi, gli attoniti, gli spaventati, gli arrabbiati. Clienti, azionisti e dipendenti. E’ una variegata folla quella che fin dal mattino ha preso d’assalto il Tower Airport Hotel di Genova nel giorno dell’assemblea che dovrà decidere se spegnere la luce o ridare speranza alla banca del capoluogo ligure. Tra un “diamoci una mano” e un “non ci sto più” sfilano in migliaia in attesa di entrare

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Alitalia, siamo all’ennesima puntata di questa saga. Forse è il caso di lasciarla al suo destino

next
Articolo Successivo

Carige, Modiano all’assemblea dei soci ricorda: “Svalutare di 200 milioni il portafoglio crediti senza paracadute fu scelta drammatica”

next