Un’esplosione avvenuta in una fabbrica chimica all’estrema periferia asiatica di Istanbul, nel distretto di Tuzla, ha provocato il ferimento di due vigili del fuoco, che si erano recati sul posto per intervenire nello spegnimento di un precedente incendio. I pompieri sono stati colpiti da un serbatoio di metallo schizzato in aria a seguito dello scoppio. Le drammatiche e spettacolari immagini sono state diffuse nelle scorse ore dalle tv locali. Le fiamme hanno provocato anche una grossa nube di fumo nero nella zona circostante. Non risulta alcuna vittima.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Brasile e il movimento ‘Occupare la politica’: quando le domestiche entrano in Parlamento

prev
Articolo Successivo

Giappone, gaffe della premier neozelandese: “Sono incredibilmente felice per questa mia visita in Cina”. Poi dà la colpa al jet lag

next