Una ragazza di 18 anni è stata trovata impiccata con le mani legate da fascette nell’area giochi del parco Galla Placidia nel quartiere Sant’Ippolito, a Roma. I genitori avevano denunciato la sua scomparsa nella serata di mercoledì, spiegando che si era allontanata da casa intorno alle 21.15 e non vi aveva più fatto ritorno. Il suo corpo senza vita è stato ritrovato questa mattina all’alba dal custode del parco. Sembra che la ragazza avesse problemi di depressione e che già in passato avesse tentato di togliersi la vita, motivo per cui al momento l’ipotesi più accreditata dalla polizia che indaga sul caso è quella del suicidio ma al momento non si esclude ancora nessuna pista.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Sardegna, due ragazze denunciano quattro giovani: “Stuprate sulla spiaggia di Baia Sardinia dopo notte in discoteca”

prev
Articolo Successivo

Torino, il blogger Simone Caminada accusato di stupro: “Mi ha portato a casa e violentata”

next