Attualità

Marisa Sacchetto, l’ex cantante denuncia: “Mi hanno diagnosticato un tumore inesistente”

Concorrente a Sanremo e Canzonissima, la padovana ha deciso di denunciare la Ulss Euganea che le ha diagnosticato il cancro. La 66enne si è sottoposta per due anni a chemio e radioterapie prima di scoprire di non essere malata

di F. Q.

Le diagnosticano un tumore, ma dopo due anni scopre di essere sana. Protagonista della vicenda è l’ex cantante padovana Marisa Sacchetto, attiva dal ’69 al 1985, sul palco di Sanremo insieme a Marcella Bella e poi ancora su quello di Canzonissima, che ora ha denunciato la Ulss Euganea per un presunto caso di malasanità. La Sacchetto, oggi 65enne, residente a Piove di Sacco, in provincia di Padova, ha accusato i medici di averla costretta a “un inutile ciclo” di chemioterapia e radioterapia, con conseguenti malesseri e uno stato di prostrazione fisica e psicologica.

Come riporta il Corriere del Veneto, la Sacchetto, che ha posato anche come modella per Playboy e Playmen, nel 2015 si è sottoposta a test e diversi analisi per scoprire di avere un tumore maligno. Subito sono arrivate le cure, le chemioterapie e altri farmaci potenti e dolorosi. Poi, nel 2017, la scoperta: non c’era nessun tumore. Le cure a cui si era sottoposta per due anni erano inutili, oltre che nocive. L’ex cantante, infatti, ha fatto rianalizzare i vetrini e i campioni della biopsia raccolti nel 2015, scoprendo, grazie a una seconda diagnosi, di essere in salute. Ora il pubblico ministero Marco Brusegan ha aperto un fascicolo per lesioni gravissime derivanti da colpa medica, senza alcun indagato. La procura è in attesa dell’esito della consulenza del medico legale incaricato. Intanto la Ulss in una nota ha espresso “vicinanza umana” alla Sacchetto, confermando la sua “piena fiducia nell’attività degli inquirenti”.

Marisa Sacchetto, l’ex cantante denuncia: “Mi hanno diagnosticato un tumore inesistente”
Precedente
Precedente
Successivo
Successivo

Gentile lettore, la pubblicazione dei commenti è sospesa dalle 20 alle 9, i commenti per ogni articolo saranno chiusi dopo 72 ore, il massimo di caratteri consentito per ogni messaggio è di 1.500 e ogni utente può postare al massimo 150 commenti alla settimana. Abbiamo deciso di impostare questi limiti per migliorare la qualità del dibattito. È necessario attenersi Termini e Condizioni di utilizzo del sito (in particolare punti 3 e 5): evitare gli insulti, le accuse senza fondamento e mantenersi in tema con la discussione. I commenti saranno pubblicati dopo essere stati letti e approvati, ad eccezione di quelli pubblicati dagli utenti in white list (vedere il punto 3 della nostra policy). Infine non è consentito accedere al servizio tramite account multipli. Vi preghiamo di segnalare eventuali problemi tecnici al nostro supporto tecnico La Redazione