Un bambino di tre anni è morto schiacciato da una cisterna piena di acqua che è scivolata giù dal carrello sul quale era posizionata. È successo nella serata di mercoledì in una zona rurale di Montesano, sulla Marcellana, in provincia di Salerno. Dalle prime ricostruzioni degli inquirenti, il piccolo si trovava a casa con i genitori che stavano innaffiando il terreno coltivato attorno alla loro abitazione quando è avvenuta la tragedia. Per cause ancora da accertare la cisterna, posizionata su di un carrello trainata da un trattore, è scivolata travolgendo il bambino.

Trasportato d’urgenza all’ospedale di Polla, per lui non c’è stato nulla da fare. La salma è stata posta sotto sequestro, così come l’area dove si è verificata la tragedia, da parte dei carabinieri della compagnia di Sala Consilina.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Lecce, Sinistra Unita appende cartelli “area desalvinizzata”: carabinieri fanno sopralluogo. “Chieste generalità. Volevano intimorirci”

next
Articolo Successivo

Scomparsi Piacenza, la sorella di Elisa: “Lei è ancora viva, questa è la mia speranza. Con Massimo avevano costruito un pollaio”

next