In questi giorni si sta consumando una battaglia social-legale tra la casa automobilistica Ferrari e lo stilista Philip Plein. A dare la notizia è lo stesso stilista che ha pubblicato sul suo account Instagram la foto della lettera ricevuta dagli avvocati del Cavallino che sostengono che Plein abbia sfruttato la notorietà della casa di Maranello per pubblicizzare i suoi prodotti. Non solo, lo avrebbe fatto dando un’immagine non in linea con i valori Ferrari.

Tutto è partito con una foto pubblicata dallo stilista in cui si vede un paio delle sue sneakers Moneybeast, un’edizione limitata in vendita a 5mila euro, appoggiate sul cofano di una Ferrari verde, proprio come le scarpe. Lo scatto deve esser stata la goccia che ha fatto traboccare il vaso perché nella loro lettera i legali di Maranello spiegano di non condividere assolutamente neanche la “strumentalizzazione del corpo femminile” fatta da Plein che in molti scatti social mostra bellissime ragazze, con succinti bikini, in pose sexy e provocatorie affianco alla “loro” Ferrari e lanciano un ultimatum di 48 ore allo stilista.

Non si è fatta attendere la replica: “Ferrari mi ha dato un massimo di “48” ore per rimuovere una foto della mia Ferrari personale dal mio Instagram personale!!!! – scrive Philip Plein – Il ceo Louis C. Camilleri dovrebbe pensarci due volte prima di lasciare che i suoi avvocati mandino una lettera come questa a un prezioso cliente che ha acquistato 4 Ferrari nuove di zecca negli ultimi 10 anni !!! Sono ancora senza parole sul comportamento poco professionale e aggressivo dell’azienda Ferrari nei confronti dei suoi clienti!!!! Anche io ho pagato di persona per la mia auto! Non rimuoverò le foto e inizierò un’azione legale contro la società Ferrari per questo comportamento non professionale! Mi aspetto delle scuse ufficiali da Louis C. Camilleri!”, ha detto Plein minacciando di bruciare tutte le sue Ferrari. Il tutto dichiarato per l’appunto via Instagram, con gif-pagliaccio d’accompagnamento.

Nessuno ha bisogno di Ferrari ma Ferrari ha bisogno dei suoi ​​clienti! Nessun marchio può acquistare i suoi ​​clienti …… ma i clienti possono scegliere quale prodotto e marchio acquistare!! I clienti sono sempre più potenti del marchio perché decidono sul futuro successo e le entrate del marchio”, ha incalzato lo stilista che – passando subito dalle parole ai fatti – ha pubblicato un’altra sua foto ma con una Lamborghini (storica competitor di Ferrari, ndr) in bella vista. Non solo, sulle sue Instagram stories ha ricondiviso decine di foto pubblicate dai suoi fan che hanno voluto imitarlo scattando foto delle loro scarpe PP appoggiate su auto di vari marchi.

Visualizza questo post su Instagram

50 shades of ???? ???? ????

Un post condiviso da Philipp Plein (@philippplein) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Fiorella Mannoia, arrestata la stalker che la perseguitava: “Appena scaduta l’ordinanza restrittiva della magistratura si è presentata a casa sua”

next
Articolo Successivo

Victoria’s Secret, cancellata l’iconica sfilata di lingerie: dopo 23 anni addio agli “angeli”

next