“Siccome Salvini e il questore hanno bisogno di qualche testa da portare in galera stasera, bisogna ricordarsi tutti quanti che siamo gente che ragiona con la testa e non con la pancia”. Prima dell’inizio della marcia No Tav, il leader Alberto Perino richiama i manifestanti alla calma per evitare che l’evento degeneri dopo le dichiarazioni del ministro dell’Interno Matteo Salvini. “Chi oggi tira anche solo una castagna, un petardo, una pietra o altro,  lo fa soltanto per fare un regalo a Salvini e fare incazzare noi – prosegue -. Non facciamo gli stronzi, oggi deve andare tutto bene. Conto che tutte le anime del movimento ragioni con la testa e non con la pancia”. Alla manifestazione, partita da Venaus verso le 14 per raggiungere il cantiere di Chiomonte, stanno partecipando migliaia di persone: valsusini, militanti dei centri sociali arrivati da tutta Italia, esponenti della sinistra e dei movimenti ambientalisti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

No Tav, partito il corteo verso cantiere di Chiomonte: in centinaia verso la zona rossa

next
Articolo Successivo

Fermo, morta dopo 6 giorni la bimba di 4 anni caduta nella piscina del villaggio vacanze

next