“Nel ’39 i polacchi colpivano i tedeschi nei loro confini. La Germania è stata costretta a entrare (in Polonia, ndr) e così è scoppiata la Seconda guerra mondiale”. È la fantasiosa ricostruzione storica di Gianluca Savoini, ex consigliere e collaboratore di Matteo Salvini per le questioni legate alla Russia, in un’intervista pubblicata il 7 novembre del 2014 sul canale Youtube dell’associazione di cui Savoini era presidente, l’Associazione culturale Lombardia Russia.

Video Youtube/Lombardia Russia

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Camera, Montecitorio è plastic free. Fico: “Da oggi stop a contenitori monouso per bevande”

prev
Articolo Successivo

Governo, Landini su Di Maio: “Workshop? Ma quando tornate a parlare italiano?”

next