Una busta anonima contenente un proiettile e indirizzata al “Ministro duce, Matteo Salvini, Camera, Roma” è stata intercettata mercoledì al centro meccanografico di Poste Italiane di Sesto Fiorentino. Il plico è stato identificato subito come “sospetto” dagli addetti dal momento che la scritta era stata composta con ritagli di giornale e così sul posto è intervenuta una squadra di artificieri dei carabinieri che ha ispezionato la busta scoprendo al suo interno un proiettile calibro 22 avvolto in carta stagnola. Sul caso indaga la polizia che sta cercando ora di risalire all’autore del gesto.

La notizia è arrivata al vicepremier che ha detto di non essere intimidito dall’episodio: “Oltre 100 minacce di violenza e di morte contro di me da quando sono ministro. Evidentemente le parole di odio di certa sinistra convincono certe menti malate, ma sicuramente non mi fanno paura. Anzi, mi danno ancora più forza e voglia di combattere criminali di ogni genere”, ha commentato Salvini.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire, se vuole continuare ad avere un'informazione di qualità. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Sciopero Atm giovedì 11 luglio, a Milano metro, tram e bus a rischio: ecco gli orari

next
Articolo Successivo

Vicenza, sospesa maestra indagata per molestie su un bambino di dieci anni. Gli scriveva: “Mi sono innamorata di te”

next