I sei mesi di solitudine passati dalla fine della relazione con Matteo mi sono serviti a realizzare cosa voglio e dove voglio andare. Se alle sei del mattino mi voglio alzare e andare a fare un giro in bici, prendo e ci vado. Se voglio farmi un bagno al mare, lo faccio. Se voglio mangiare, mangio. Se voglio digiunare, idem. Io prima mica ero capace di stare così bene con me stessa”, aveva dichiarato Elisa Isoardi qualche settimana fa al settimanale Oggi. Quasi disillusa dopo la fine della relazione con il vicepremier Matteo Salvini durata cinque lunghi anni.

Aveva smentito il flirt con Alessandro Di Paolo confermando l’intenzione di stare da sola. “Un uomo adesso proprio non lo voglio, mi basta un barboncino”, ha dichiarato ora la conduttrice al settimanale Vero. Il suo Zenith è quindi l’unica compagnia maschile che desidera concentrandosi poi sul lavoro. Intanto si rilassa al sole leggendo “I dolori del giovane Werther” di Johann Wolfgang Goethe, si mostra sorridente su Instagram pronta per la tintarella con “l’olio di Evo, non avevo altro in casa, ma ci sta“.

Il tono palesemente scherzoso non ha risparmiato i commenti allarmati degli utenti: “Che brutta pubblicità! Come ustionarsi e prendere il melanoma“, “Non è un bel messaggio”, “Non imitatela” oppure “Con l’olio tipo cotoletta?”. Commenti a cui la Isoardi non ha risposto, a settembre invece tornerà ancora una volta alla guida de La Prova del Cuoco. Il programma si riproporrà al pubblico con alcune novità, partendo dall’orario di messa in onda dalle 12 alle 13.30, la trasmissione perderà mezz’ora iniziando in ritardo e cercando di dare maggiore ritmo e compatezza al prodotto.

Non solo, l’ex compagna di Salvini sarà affiancata da una figura fissa che, secondo il sito Tvblog, sarà Claudio Lippi. Quest’ultimo ha presenziato più volte a La Prova del Cuoco quando era condotta da Antonella Clerici, sostituendola anche in situazioni di emergenza, e lo scorso anno era stato ospite anche della Isoardi. Per questo ruolo Lippi avrebbe superato al ballottaggio l’attore Stefano Masciarelli.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Jovanotti, il grande spettacolo della sua “prima volta”: la festa sulla spiaggia di Lignano

prev
Articolo Successivo

Michele Bravi, la Procura di Milano chiede processo per il cantante: l’accusa è di omicidio stradale

next